Icone e nomi di attività grigi sulle mappe di Google

Capita spesso di vedere delle icone e dei nomi di attività in grigio “spalmati” sulle mappe di Google in modalità Mappa. Cosa sono ? Chi ce le ha messe ? Possiamo inserire la nostra, personalizzata a piacere ?

Iniziamo con lo specificare che questi elementi non possiamo inserirli noi, ma è Google stesso che valutando di particolare interesse una determinata attività commerciale o punto turistico li spalma appunto sulla mappa. Questi punti di interesse son anche cliccabili e in tal caso verrà aperta una classica Info Window. Lo scopo di tutto ciò è quello, come sempre, di migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente.

Alla base di questa procedura c’è naturalmente un algoritmo proprietario di Google che via via riaggiorna il suo database e la conseguente visualizzazione su mappa.

Registrare la propria attività su Google Places diciamo che alza la probabilità che la propria attività possa comparire come scritta grigia, anche se non ne da una certezza assoluta.

Altri dettagli in merito li potete trovare qui e qui.

Il Google Business Center diventa Places

Il Google Business Center da ieri ha assunto la denominazione di Google Places ! Cosa cambia ? Boh ! vedremo nei prossimi giorni di capirci qualcosa di più… 😀

Google Street View in 3D: preparate gli occhialini

In questo giorno speciale dell’anno, Google ha calato un altro asso dalla manica: da oggi Street View su GoogleMaps sarà visualizzabile in 3D grazie alle immagini stereoscopiche in suo possesso.

Quindi se sarete dotati degli ormai famosissimi occhialini in stile Avatar, potrete apprezzare a pieno la terza dimensione in tutte le zone mappate da Street View stesso.

Geniale…. 😉

Gli errori di AroundMe sono solo gli errori di GoogleMaps

Gente che sputa a vanvera sulla povera app per iPhone AroundMe.

I disservizi in termini di risultanze e risultati sono solamente legati a problemi che GoogleMaps sta avendo.

Ma che tipo di problemi ?

Risulati sporchi e soprattutto sballati (spesso ridicoli) dovuti a spam o più probabilmente  errori sull’assegnazione delle categorie mercelogiche di appartenenza delle struttura (alberghi, ristoranti, bar, cinema, farmacie, ecc.) completamente errati. Se Pagine Gialle che fornisce il suo db a GoogleMaps (sta scritto in fondo ad ogni Serp locale) ne è responsabile (più o meno direttamente), vedo questa collaborazione a rischio in futuro 😀

AroundMe pescando dal database di GoogleMaps, ahimè, ne riflette inevitabilmente gli errori…

Ecco “alberghi” in zona casa mia…..

Basterebbe sapere cosa è il Local Business Center di Google e il (troppo 😉 ) valore che per il posizionamento viene attribuito alla “colonna” category e tutto si spiegherebbe in pochissime parole …

Google Maps abbandona le mappe di TeleAtlas

La notizia è di quelle bomba ed è ufficiale: Google non si servirà più delle mappe del colosso TeleAtlas per il servizio Google Maps. Tutto ciò vale per le mappe USA mentre per le altre parti della terra la collaborazione al momento continua…

googlemaps no teleatlas

Come si legge qui, colpisce il fatto che da poco era stato stipulato tra le 2 società un contratto quinquennale … va da sè che è facile pensare che Google provvederà da sè alla produzione e realizzazione degli elementi cartografici necessari ad una nuova “versione” di Google Maps … ancora più a misura di utente.

teleatlas

Google Street View: la presentazione in Stop Motion

Senza parole … meraviglioso ! Google Street View in Stop Motion … (vabbè son di parte io … Wallace & Gromit docet !). 😀

My Location: novità per GoogleMaps

Google nella giornata di ieri ha aggiunto una nuova piccola novità al proprio servizio di mappe GoogleMaps: si tratta di un piccolo bottone posto sopra allo slide di zoom della mappa (sopra Pegman per la precisione) che se premuto diventerà un pallino blu e centrerà la mappa stessa in base alla propria posizione geografica.

Per quanto mi riguarda trovo questa nuova feature molto comoda e ricorda molto da vicino il pulsantino che si trova ad esempio sul mio iPhone.

Questo servizio, chiamato My Location (Mostra la mia posizione), verrà visualizzato solo sui browser di ultima generazione (Google Chrome, Firefox 3.5, Safari) o sui browser in cui abbiamo installato Google Gears.

My Location si basa sulla localizzazione dell’utente attraverso le informazioni dell’access point ricavate dalla connessione Wi-Fi; se invece navighiamo via cavo la geolocalizzazione si basa sulla risoluzione dell’IP.

Approfondimento su My Location