Se l’Advertising sta male allora il SEO è già defunto: ha vinto il Local?

Grazie alla segnalazione di Tommaso e ad alcune letture di questi giorni, possiamo vedere come Google stia facendo dei tentativi piuttosto “spinti” in termini di indicizzazione e posizionamento nelle SERP per alcune keyword (nello specifico quelle che associano la componente geografica alla parola chiave principale).

Vediamo un esempio banalissimo: “hotel pisa“.

La SERP classica è oltremodo stravolta, vediamo in che senso:

1) Grande spazio ai risultati LOCAL. I 7 risultati onebox vengono subito dopo 2-3 organici.
Troviamo anche una grande mappa sulla destra che scorre armonica con lo scroll verso il basso della pagina.

2) 1 risultato solo sponsorizzato in alto e quelli nella sidebar comunque SOTTO alla mappa

3) Pochissimi altri risultati organici e comunque confinati nelle ultime posizioni

La domanda è: sono solo esperimenti?
La mia risposta è: si.

Perché dici così?
Perchè, soprattutto gli inserzionisti AdWords, sarebbero troppo penalizzati e diminuirebbero i loro investimenti 😉

Quanto dureranno?
Boh, forse 1 -2 settimane. Anche meno….

Formattare le proprie informazioni per i Rich Snippets geografici

I Rich Snippets geografici (o Rich Geographic Snippets) sono quell’insieme di informazioni che, al pari dei più noti Snippets sulle ricerche organiche, possono comparire sotto al link del proprio sito.

Dal punto di vista del Local Search Marketing sono uno strumento per accrescere potenzialmente la nostra visibilità sulle ricerche locali. Google stesso infatti ci suggerisce di formattare nel modo più corretto queste informazioni al fine di favorire la loro “comprensione” da parte dello spider.

Esistono a questo scopo numerosi tool online che si occupano di costruire nel modo più corretto dal punto di vista del codice e della formattazione il gruppo di informazioni relative alla nostra attività.

Uno dei più semplici che mi sento di consigliare, per poi inserire il codice html creato sul proprio sito web è quello fornito da hCard Creator. Continua a leggere

Gli errori di AroundMe sono solo gli errori di GoogleMaps

Gente che sputa a vanvera sulla povera app per iPhone AroundMe.

I disservizi in termini di risultanze e risultati sono solamente legati a problemi che GoogleMaps sta avendo.

Ma che tipo di problemi ?

Risulati sporchi e soprattutto sballati (spesso ridicoli) dovuti a spam o più probabilmente  errori sull’assegnazione delle categorie mercelogiche di appartenenza delle struttura (alberghi, ristoranti, bar, cinema, farmacie, ecc.) completamente errati. Se Pagine Gialle che fornisce il suo db a GoogleMaps (sta scritto in fondo ad ogni Serp locale) ne è responsabile (più o meno direttamente), vedo questa collaborazione a rischio in futuro 😀

AroundMe pescando dal database di GoogleMaps, ahimè, ne riflette inevitabilmente gli errori…

Ecco “alberghi” in zona casa mia…..

Basterebbe sapere cosa è il Local Business Center di Google e il (troppo 😉 ) valore che per il posizionamento viene attribuito alla “colonna” category e tutto si spiegherebbe in pochissime parole …

Google sempre più Maps

Google sempre più Maps: ebbene si, Google continua a dare sempre più rilevanza alle Ricerche Locali andando a proporre risultati locali (Mappa One Box) nelle SERP organiche.

La novità come sottolinea ampiamente il blog ufficiale di Google sta nel fatto che per molte ricerche anche non adoperando i cosiddetti modificatori geografici (in breve le località sia che siano nomi di città, vie, quartieri, ecc.) vengono proposte le mappe.

Come fa l’algoritmo di Google a capire però su quale area, città o zona proporci la mappa ? La risposta più immediata ci fa pensare che ciò si basi sull’individuazione dell’IP col quale effettuiamo la nostra connessione alla rete.

In ogni caso se la località geografica proposta per la nostra chiave di ricerca fosse errata, Google fornisce un link per effettuare nuovamente la ricerca su una località differente (“Change Location”). 🙂

Change Locations

Change Locations

Molto interessante infine vedere quello che propone Google.com in questo caso:

Directory per il Local Search Marketing

Le Directory per svolgere attività legate al Local Search Marketing non sarebbero poche… ma siamo in Italia e non negli Stati Uniti, quindi se dovete effettuare segnalazioni dei vostri esercizi commerciali difficilmente vi potranno essere utili se vi trovate in Italia. Un vero peccato !

Ma se la vostra attività ha una distribuzione mondiale sul territorio allora ecco un elenco di directory che sicuramente risultano fondamentali per effettuare tutte quelle segnalazioni che permetteranno di acquisire visibilità sulle ricerche locali:

directory local search marketing

directory local search marketing

Google Maps migliora ancora i risultati della ricerca di esercizi commerciali

Google Maps ha apportato un’altra ulteriore piccola modifica all’interfaccia della propria serp…, lo apprendo dal Blog non-Ufficiale di Google System.

Se effettuate una la ricerca di un esercizio commerciale, oltre al nome e all’indirizzo compaiono anche una miniatura della foto (la cosiddetta thumbnail) e l’estratto di una recensione: così è possibile avere a disposizione un maggior numero di informazioni senza dover istantanemante cliccare sul link del risultato per approfondire. Decisamente molto comoda come possibilità !

Questa è l’ulteriore conferma di quanto Google stia investendo nel Local Search Marketing e di conseguenza le attività commerciali dovranno a loro volta puntare molto sulla propria visibilità online (soprattutto nell’area geografica in cui opera) su GoogleMaps.

Inoltre il concetto di Brand Reputation entra ancor più decisamente nel mondo del Local proprio per l’introduzione delle recensioni nella Serp (senza dover quindi clikkare nei vari panneli del marker come prima).

Infine diventa quanto mai importante per un esercizio commerciale che voglia davvero aver buoni posizionamenti nel serp locali compilare con molta attenzione la scheda del Google Business Center.

Ecco dunque come appare la Serp per una ricerca con chiavi “rome museum” su Google Maps:

 

conosci le tecniche di posizionamento su Google Maps ?

GoogleMaps: ricerca per pagine mappate geograficamente

Pochi giorni fa GoogleMaps ha implementato il box di ricerca introducendo nuovi filtri interessanti che col tempo avranno ripercussioni anche sul modo di creare le pagine web dei propri siti.

Tra le varie possibilità quella che mi ha incuriosito maggiormente, come anticipato, è quella di fare ricerca sulle cosiddette pagine mappate geograficamente (Mapped web pages).

ricerca per pagine mappate

Ho cercato di capire meglio cosa si intenda con questa definizione …

Dai blog di Html.it e da GoogleSystem deduco che si tratti di pagine html che contengono al loro interno, nel tag <body> immagino, informazioni di tipo geografico e che quindi aiutino i motori a localizzare un dato oggetto sul territorio.

Esiste inoltre la possibilità di usare degli operatori booleani per cambiare l’ubicazione della propria chiave di ricerca: provate ad usare in oppure near.

Questo nuovo modo di fare ricerca allarga ancora una volta le potenzialità del Local Search Marketing: tutto questo grazie al fatto che informazioni che fino a pochi mesi fa erano di poco conto per i motori (informazioni come via, paese, cap, numero di telefono, per indicizzare le Serp), oggi sono diventate invece importantissime e permettono di creare una sorta di connessione continua sul globo terrestre, permettendo attraverso l’estrazione di “attributi” e informazioni presenti nelle pagine web sparse per il pianeta di creare interconnessioni (basate sulla geolocalizzazione) fino a poco fa impensabili.

In realtà pare che anche Yahoo stesse già facendo applicazioni del genere al Local

yahoo local

Tags: , ,