Recensioni su G+ o su TripAdvisor: quali sono migliori?

Nel gestire la mia piccola attività di Bed and Breakfast vicino Pisa, ho lavorato naturalmente sul discorso recensioni ed ho scelto principalmente 2 canali:

  • Google Maps e quindi le recensioni che da poco tempo sono state trasferite su Google +
  • TripAdvisor

Per ora i commenti dei visitatori del B&B sono tutti estremamente positivi e quindi non ho modo di preoccuparmi della presenza di eventuali recensioni negative da gestire.

Ma sono dell’opinione che sia importante per un “albergatore” capire come funzionano questi sistemi, sistemi che sono diventati di grande importanza nella fase decisionale al momento della scelta della struttura in cui l’utente trascorrà il soggiorno (o in cui si recherà in quel dato ristorante), ma anche dopo, quando le recensioni appariranno sui vari canali web.

Nei prossimi articoli vedremo di affrontare alcuni aspetti di questi 2 “social network” (social network in senso moooolto lato) 🙂

Vi anticipo solo che .. non son tutte rose…

Le recensioni fatte su Places appaiono sulle proprie mappe

Google Maps ha appena introdotto l’ennesima novità: adesso all’interno del tab “I miei luoghi” è possibile personalizzare le proprie mappe prelevando informazioni da Places.
Tali informazioni riguarderanno principalmente i posti già visitati e ai quali è stato attribuito un punteggio tramite Google Places, i quali saranno evidenziati sulla mappa ed accompagnati da alcune informazioni tra le quali lo stesso punteggio.

Sulla base delle proprie preferenze e delle scelte fatte in precedenza appositi algoritmi si occuperanno di evidenziare nuovi luoghi da visitare che potrebbero interessare l’utente per individuare nuovi luoghi dove mangiare, fare shopping o altro.

Accedendo a Google Maps, dunque, sarà possibile scoprire rapidamente quali sono i luoghi già visitati più vicini alla propria posizione ed eventuali nuovi luoghi che potrebbero rispondere ai propri interessi scelti dall’algoritmo di Google.

Al momento questa novità è visibile solo usando la versione Desktop di Google Maps o quella disponibile su dispositivi Android.