Come si vede il mio sito su iPhone?

Come si vede il mio sito su iPhone ? Questa è sicuramente una domanda che sarà sempre più ricorrente presso Web Agency e Web Master dato il vertiginoso diffondersi del Melaphonino non solo in Italia.

Infatti un sito web per quanto carino, validato html correttamente, ecc. potrebbe non rivelarsi ottimale come visione sui dispositivi mobile come iPhone.

Come conoscere dunque il comportamento del nostro sito web se non si dispone ancora di un iPhone ?

La soluzione online proposta da TestiPhone è validissima e anche piacevole nell’uso.

Basta andare col proprio Browser preferito sul sito e inserire la url da controllare. Ecco un esempio:

 

il tuo sito in verticale sulliPhone

il tuo sito in verticale sull'iPhone

Grazie ad una delle varie comodissime funzionalità è possibile anche simulare (ultimo pulsante a destra dei 4 in grigio) la modalità panoramica (Orizzontale) di iPhone:

 

il tuo sito in orizzontale sulliPhone

il tuo sito in orizzontale sull'iPhone

 

Ecco come potete vedere un buon sito fatto con WordPress non è ancora ben visualizzabile su iPhone… ma per rimediare a questo come ha fatto il sito della Gazzetta dello Sport basta o modificare  il CSS di riferimento o usare uno specifico plugin per WordPress per vedere un sito su iPhone per bene. 🙂

 

il sito della Gazzetta dello sport su iPhone

il sito della Gazzetta dello sport su iPhone

 

Che aggiungere ? presto installeremo anche questo nuovo plugin per WordPress per iPhone… 🙂

Annunci

Agenzie Immobiliari: investire in Local Search Marketing con una applicazione per iPhone

Leggo su GoogleMapMania che una nota agenzia immobiliare americana, Zoocasa, ha deciso di realizzare una applicazione per dispositivi mobile, nel caso specifico iPhone, grazie alla quale gli utenti possono geolocalizzare gli immobili in vendita sul territorio canadese nel grande database di Zoocasa.
Zoocasa

L’applicazione, al momento disponibile solo sullo store americano, si scarica gratuitamente dall’iTunes Store (il negozio online di Apple) e rappresenta un validissimo strumento di promozione locale del proprio business, a conferma di quante agenzie immobiliari stiano investendo in Local Search Marketing con metodologie non convenzionali (stampa cartacea, semplice sito web, ecc.) ma abbiamo volto lo sguardo a strumenti innovativi come il mapping della propria attività.

L’applicazione permette la ricerca degli immobili sul territorio e presenta questi ultimi con descrizioni sulla location (comprensiva di prezzi, numero di stanza, ecc.), fotografie e anche le direzioni stradali per raggiungere le varie proprietà.

Ricerca vocale su Mobile: Google Introduce la ricerca vocale nella sua App per iPhone

Ultimamente, molte software house puntano sulla creazione di applicazioni compatibili con il dispositivo di Apple: tra queste aziende, Google è quella che sta lavorando di più, apportando continuamente modifiche al suo motore per ottimizzarlo per l’iPhone.

L’ultima modifica ha apportato una grossa novità, ovvero l’introduzione delle ricerca vocale. Per il momento questa funzionalità è valida solo per la lingua inglese ma è facile prevedere che a breve verrà implementata anche nella nostra lingua, dato il rapido diffondersi di iPhone in Italia.

Google Mobile App

Google Mobile App

La Google Mobile App è scaricabile come sempre dall’App Store ed ovviamente è gratuita.
La ricerca vocale permette di effettuare delle ricerche tramite Google, il motore di ricerca più usato al mondo, parlando direttamente sul microfono di iPhone.

E’ possibile chiedere ad esempio al motore di ricerca: “Dove è il cinema più vicino a me?
Il suono è convertito in un file che viene inviato via Wi-Fi a Google che lo analizza, estrae le parole chiave ricercate ed effettua la ricerca vera e propria nel motore. I risultati vengono rispediti all’iPhone sotto forma di risultati.
Google Mobile App stabilirà la nostra posizione tramite la funzionalità GPS e presenterà una serie di informazioni su come raggiungere il cinema più vicino alla vostra posizione geolocalizzata. I risultati inoltre, vengono salvati in modo che la ricerca successiva sia ancora più rapida. I risultati forniti sono completi di indirizzi, direzioni e numeri telefonici.

Si possono fare molti altri usi di Google Mobile App per iPhone, come effettuare conversioni tra diverse unità di misura, ecc.

Vediamo altri dettagli dell’applicazione:
– Rapida interazione tra le varie app incluse nel pacchetto (Gmail, Foto, Talk, Reader, Blocco Note, Traduttore, Maps, Earth, Youtube e altri).
– ricerca tra i propri contatti
– Suggerimenti mentre di digita e autocompletamento, cronologia di ricerca.

L’applicazione (1,9 mb, versione 0.3.142) è disponibile anche in italiano oltre che in molte altre lingue.

Ecco le pagine delle impostazioni:

Schermata principale impostazioni Google Mobile App

Schermata principale impostazioni Google Mobile App

Elementi ricercabili Google Mobile App

Elementi ricercabili Google Mobile App

Dopodiché cominciamo ad usare Google Search Voice:

Parla adesso Google Mobile App

Parla adesso Google Mobile App

Riconoscimento Google Mobile App

Riconoscimento Google Mobile App

Ecco un esempio di cronologia di ricerche:

cronologia di ricerche Google Mobile App

cronologia di ricerche Google Mobile App

Tutta questa “dedizione” di Google in investimento nel campo mobile, a mio parere è l’ennesima testimonianza di quanto sia fondamentale investire in strategie che concorrano ad incrementare la propria visibilità sulle ricerche locali (appunto si parla di Local Search Marketing).

Ecco un filmato Youtube esplicativo su Google Voice Search per iPhone:

L’algoritmo che gestisce il riconoscimento della propria voce ha senza dubbio ancora diversi problemi e spesso il riconoscimento della propria ricerca non da risultato, ma i presupposto per avere un servizio di eccezionale utilità ci sono tutti !
😉

StreetView e nuove funzionalità per GoogleMaps su iPhone

GoogleMaps per iPhone si è aggiornato assieme all’aggiornamento 2.2 del firmware.

I benefici per l’applicazione di search mapping di Google ne ha tratto sono grandissimi.

La funzione StreetView è diventata quanto di meglio ci sia sul panorama mobile secondo me: a partire da una ricerca su GoogleMaps infatti, se la zona è coperta da StretView ovviamente (ricordo per adesso le città di Milano, Como, Firenze e Roma) viene visualizzato un marker arancione:

Google Street View per iPhone

Cliccando su di esso in un batter d’occhio (con connessione wi-fi) si entra appunto in modalità StreetView, attraverso la classica rotazione in automatico di 90° del display (StreetView è utilizzabile solo in questa modalità).

Streetview in caricamento

Pochi secondi per completare il caricamento e StretView sarà anche comodamente navigabile come sempre attraverso lo spostamento per mezzo delle frecce bianche.

Google Streetview

Una delle novità che emergono subito all’occhio è la presenza in basso a destra di una sorta di “occhio” che ci dice in quale direzione stiamo orientati con il punto di vista. Molto comodo, per non perdere mai l’orientamento ! 😀

Come noto l’algoritmo di blurring per oscurare facce, targhe automobilistiche e quant’altro non sempre ha funzionato, ma un semplice tocco sul display e sarà possibile segnalare come inappropriata l’immagine.

Come segnala Stefano, ci sono altre 2 funzioni nuove, anch’esse piuttosto utili (laddove disponibili):

1) le indicazioni degli orari dei mezzi pubblici, disponibile in limitate aree urbane;

2) la direzione del percorso a piedi che sono presenti nella parte superiore del display. In questo caso vedete 3 pulsanti: indicazioni stradali, orari dei trasporti pubblici e indicazioni pedonali.
indicazioni stradali

Infine, una volta salvato un Segnaposto è possibile condividere questo con altri utenti attraverso l’invio di un link in una email (pulsantino celeste sulla destra del marker). Molto comodo per far conoscere ad altri la propria posizione.

Insomma un prodotto validissimo che si sta dimostrando sempre più affidabile sia per le ricerche locali che per l’uso come dispositivo GPS.