Ricerca vocale su Mobile: Google Introduce la ricerca vocale nella sua App per iPhone

Ultimamente, molte software house puntano sulla creazione di applicazioni compatibili con il dispositivo di Apple: tra queste aziende, Google è quella che sta lavorando di più, apportando continuamente modifiche al suo motore per ottimizzarlo per l’iPhone.

L’ultima modifica ha apportato una grossa novità, ovvero l’introduzione delle ricerca vocale. Per il momento questa funzionalità è valida solo per la lingua inglese ma è facile prevedere che a breve verrà implementata anche nella nostra lingua, dato il rapido diffondersi di iPhone in Italia.

Google Mobile App

Google Mobile App

La Google Mobile App è scaricabile come sempre dall’App Store ed ovviamente è gratuita.
La ricerca vocale permette di effettuare delle ricerche tramite Google, il motore di ricerca più usato al mondo, parlando direttamente sul microfono di iPhone.

E’ possibile chiedere ad esempio al motore di ricerca: “Dove è il cinema più vicino a me?
Il suono è convertito in un file che viene inviato via Wi-Fi a Google che lo analizza, estrae le parole chiave ricercate ed effettua la ricerca vera e propria nel motore. I risultati vengono rispediti all’iPhone sotto forma di risultati.
Google Mobile App stabilirà la nostra posizione tramite la funzionalità GPS e presenterà una serie di informazioni su come raggiungere il cinema più vicino alla vostra posizione geolocalizzata. I risultati inoltre, vengono salvati in modo che la ricerca successiva sia ancora più rapida. I risultati forniti sono completi di indirizzi, direzioni e numeri telefonici.

Si possono fare molti altri usi di Google Mobile App per iPhone, come effettuare conversioni tra diverse unità di misura, ecc.

Vediamo altri dettagli dell’applicazione:
– Rapida interazione tra le varie app incluse nel pacchetto (Gmail, Foto, Talk, Reader, Blocco Note, Traduttore, Maps, Earth, Youtube e altri).
– ricerca tra i propri contatti
– Suggerimenti mentre di digita e autocompletamento, cronologia di ricerca.

L’applicazione (1,9 mb, versione 0.3.142) è disponibile anche in italiano oltre che in molte altre lingue.

Ecco le pagine delle impostazioni:

Schermata principale impostazioni Google Mobile App

Schermata principale impostazioni Google Mobile App

Elementi ricercabili Google Mobile App

Elementi ricercabili Google Mobile App

Dopodiché cominciamo ad usare Google Search Voice:

Parla adesso Google Mobile App

Parla adesso Google Mobile App

Riconoscimento Google Mobile App

Riconoscimento Google Mobile App

Ecco un esempio di cronologia di ricerche:

cronologia di ricerche Google Mobile App

cronologia di ricerche Google Mobile App

Tutta questa “dedizione” di Google in investimento nel campo mobile, a mio parere è l’ennesima testimonianza di quanto sia fondamentale investire in strategie che concorrano ad incrementare la propria visibilità sulle ricerche locali (appunto si parla di Local Search Marketing).

Ecco un filmato Youtube esplicativo su Google Voice Search per iPhone:

L’algoritmo che gestisce il riconoscimento della propria voce ha senza dubbio ancora diversi problemi e spesso il riconoscimento della propria ricerca non da risultato, ma i presupposto per avere un servizio di eccezionale utilità ci sono tutti !
😉

Annunci

Chi meglio di Pegman può spiegare il funzionamento della nuova interfaccia di Google Streetview ?

Filmati Flickr su GoogleMaps

La notizia è ormai di qualche giorno fa e ormai molti sanno che da poco il servizio Flickr, la più grande community di photo-sharing, ha reso disponibile anche un servizio di caricamento di video (durata massima 90 secondi), attirandosi per altro anche non poche critiche dai seguaci (i duri e puri) utenti storici di Flickr… 😀

Conseguenza di questa novità di Flickr è anche la possibilità di GoogleMaps di linkare ed “embeddare” nel proprio marker un filmato Flickr (e quindi non più solo YouTube).

Uno dei migliori esempi di questo connubio è quello che vi riporto qua sotto:

flickr video