Recensioni su G+ o su TripAdvisor: quali sono migliori?

Nel gestire la mia piccola attività di Bed and Breakfast vicino Pisa, ho lavorato naturalmente sul discorso recensioni ed ho scelto principalmente 2 canali:

  • Google Maps e quindi le recensioni che da poco tempo sono state trasferite su Google +
  • TripAdvisor

Per ora i commenti dei visitatori del B&B sono tutti estremamente positivi e quindi non ho modo di preoccuparmi della presenza di eventuali recensioni negative da gestire.

Ma sono dell’opinione che sia importante per un “albergatore” capire come funzionano questi sistemi, sistemi che sono diventati di grande importanza nella fase decisionale al momento della scelta della struttura in cui l’utente trascorrà il soggiorno (o in cui si recherà in quel dato ristorante), ma anche dopo, quando le recensioni appariranno sui vari canali web.

Nei prossimi articoli vedremo di affrontare alcuni aspetti di questi 2 “social network” (social network in senso moooolto lato) 🙂

Vi anticipo solo che .. non son tutte rose…

Le recensioni fatte su Places appaiono sulle proprie mappe

Google Maps ha appena introdotto l’ennesima novità: adesso all’interno del tab “I miei luoghi” è possibile personalizzare le proprie mappe prelevando informazioni da Places.
Tali informazioni riguarderanno principalmente i posti già visitati e ai quali è stato attribuito un punteggio tramite Google Places, i quali saranno evidenziati sulla mappa ed accompagnati da alcune informazioni tra le quali lo stesso punteggio.

Sulla base delle proprie preferenze e delle scelte fatte in precedenza appositi algoritmi si occuperanno di evidenziare nuovi luoghi da visitare che potrebbero interessare l’utente per individuare nuovi luoghi dove mangiare, fare shopping o altro.

Accedendo a Google Maps, dunque, sarà possibile scoprire rapidamente quali sono i luoghi già visitati più vicini alla propria posizione ed eventuali nuovi luoghi che potrebbero rispondere ai propri interessi scelti dall’algoritmo di Google.

Al momento questa novità è visibile solo usando la versione Desktop di Google Maps o quella disponibile su dispositivi Android.

Formattare le proprie informazioni per i Rich Snippets geografici

I Rich Snippets geografici (o Rich Geographic Snippets) sono quell’insieme di informazioni che, al pari dei più noti Snippets sulle ricerche organiche, possono comparire sotto al link del proprio sito.

Dal punto di vista del Local Search Marketing sono uno strumento per accrescere potenzialmente la nostra visibilità sulle ricerche locali. Google stesso infatti ci suggerisce di formattare nel modo più corretto queste informazioni al fine di favorire la loro “comprensione” da parte dello spider.

Esistono a questo scopo numerosi tool online che si occupano di costruire nel modo più corretto dal punto di vista del codice e della formattazione il gruppo di informazioni relative alla nostra attività.

Uno dei più semplici che mi sento di consigliare, per poi inserire il codice html creato sul proprio sito web è quello fornito da hCard Creator. Continua a leggere

Icone e nomi di attività grigi sulle mappe di Google

Capita spesso di vedere delle icone e dei nomi di attività in grigio “spalmati” sulle mappe di Google in modalità Mappa. Cosa sono ? Chi ce le ha messe ? Possiamo inserire la nostra, personalizzata a piacere ?

Iniziamo con lo specificare che questi elementi non possiamo inserirli noi, ma è Google stesso che valutando di particolare interesse una determinata attività commerciale o punto turistico li spalma appunto sulla mappa. Questi punti di interesse son anche cliccabili e in tal caso verrà aperta una classica Info Window. Lo scopo di tutto ciò è quello, come sempre, di migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente.

Alla base di questa procedura c’è naturalmente un algoritmo proprietario di Google che via via riaggiorna il suo database e la conseguente visualizzazione su mappa.

Registrare la propria attività su Google Places diciamo che alza la probabilità che la propria attività possa comparire come scritta grigia, anche se non ne da una certezza assoluta.

Altri dettagli in merito li potete trovare qui e qui.

Il Google Business Center diventa Places

Il Google Business Center da ieri ha assunto la denominazione di Google Places ! Cosa cambia ? Boh ! vedremo nei prossimi giorni di capirci qualcosa di più… 😀